top of page
  • Immagine del redattoreArianna Vianelli

Maccheroncini con sarde essiccate e pomodorini confit

Non mi pare neanche vero di pubblicare una ricetta, in questo periodo mi sto dedicando a tutt’altro e non ho mai tempo né di cucinare né di trascrivere poi quelle poche cose che riesco a fare per gli amici (che poi inevitabilmente mi chiedono la preparazione e io non posso neppure rimandarli qui per comodità e velocità).

Sono le sei di mattina e mi impegno per iniziare questa nuova settimana così, con una ricettina semplice anche se un po’ più lunga del solito per via della preparazione dei pomodori.

Naturalmente si parla di pasta, l’ingrediente che preferisco cucinare, soprattutto, come in questo caso con le sarde essiccate del Lago d’Iseo, Presìdio Slow Food. Proprio in questi giorni si sta svolgendo a Torino, in diversi spazi della città, Terra Madre, e ho visto con orgoglio una bella delegazione bresciana con questo prodotto del nostro territorio franciacortino e Sebino, Andrea Soardi, fornitore delle mie amate sarde, in prima fila.

Ma andiamo alla ricetta…


maccheroncini-con-sarde-essiccate-e-pomodorini-confit

Ingredienti per quattro persone:

  1. 400 gr di maccheroncini di farro

  2. 6 filetti di sarde essiccate del Lago d’Iseo

  3. 300 gr di pomodorini datterini

  4. olio extra vergine di oliva

  5. zucchero a velo

  6. sale e pepe

  7. uno spicchio di aglio

  8. origano o semi di finocchio (io ho usato questo semplicemente perché non avevo origano 🙂 )

  9. qualche ciuffetto di finocchietto selvatico

La primissima cosa da fare, per ottimizzare i tempi (fondamentale per me) è la preparazione dei pomodorini confit. Lavare bene i datterini, tagliarli a metà e disporli sulla teglia ricoperta da un foglio di carta da forno. Cospargerli di zucchero a velo, aggiungere sale, pepe, aglio tagliato a fettne sottili, semi di finocchio e olio extra vergine di oliva. Mettere in forno, funzione ventilato, per un’ora almeno a 100° C.

Nel frattempo (e avete tutto il tempo), tagliare a listerelle i filetti di sarda e versarli in una padella antiaderente con un filo d’olio. Fare rosolare per qualche minuto.

Portare ad ebollizione l’acqua salata e cuocervi la pasta molto al dente (la cottura giusta sarà da raggiungere nella padella con il condimento).

Appena pronti i pomodorini (dovranno essersi appassiti ma non seccati) aggiungerli in padella con le sarde. Versare la pasta e amalgamarla bene con  il condimento aggiungendo un mestolo o due di acqua di cottura.

Controllare di sale (che spesso non è necessario grazie alla sapidità delle sarde) e pepe. Servire aggiungendo poi un olio e un ciuffetto di finocchietto selvatico a decorazione.

In abbinamento questa settimana gioco un po’ in casa. Per accompagnare la pasta ho avuto un Franciacorta Dosaggio Zero 2012 di Arcari+Danesi, 100% chardonnay con 31 mesi di affinamento sui lieviti e creato con il metodo senza zuccheri esogeni #solouva).

Buona settimana  a tutti!

Commenti

Valutazione 0 stelle su 5.
Non ci sono ancora valutazioni

Aggiungi una valutazione
bottom of page